Red Hot Chili Peppers, Klinghoffer: “Amicizia di Frusciante inesistente da 10 anni”

L’ex chitarrista dei Red Hot Chili Peppers parla del rapporto con Frusciante che si è deteriorato dopo il suo ingresso nella band

L’ex chitarrista dei Red Hot Chili Peppers Joh Klinghoffer ha parlato del suo rapporto con John Frusciante. Amici già da prima che Klinghoffer entrasse nella band, i due hanno raffreddato il loro rapporto negli ultimi 10 anni.

Nel 2019 Frusciante è tornato nuovamente nella band che lo ha accolto a braccia aperte, dando il benservito a Klinghoffer. Con Frusciante i Red Hot hanno pubblicato pochi mesi fa il nuovo album “Unlimited Love” e la prossima settimana arriveranno in Italia per una data a Firenze Rocks.

La storia di Josh Klinghoffer e i Red Hot Chili Peppers

Le vite di Josh Klinghoffer e John Frusciante sono legate per sempre, e il viavai dello storico chitarrista dei Red Hot Chili Peppers passa anche per lo scambio di ruolo con Klinghoffer.

Chitarrista dei Red Hot Chili Peppers per più di dieci anni, dal 2007 al 2019, Klinghoffer si è dimostrato essere l’uomo giusto al momento giusto. Un ottimo musicista che ha saputo traghettare i Red Hot in attesa dell’ennesimo ritorno di Frusciante che, come sa bene anche Dave Navarro, resterà per tutti, band inclusa, l’unico titolare alla sei corde.

La conoscenza tra Klinghoffer e Frusciante, però, non risale al suo periodo con i Red Hot Chili Peppers, anzi. I due erano già amici e avevano collaborato già nei primi anni 2000, quando cominciarono a scrivere insieme un album che aveva intenzione di essere un lavoro di band. Alla fine il disco finì per diventare il disco solista di Frusciante “Shadows Collide With People”, anche se i due collaborarono attivamente almeno su una traccia.

Klinghoffer aveva già conosciuto i Red Hot nel 1999 quando, con la band Bycycle Thief, aprì le date del tour di “Californication” e nel 2007 si esibì con loro dal vivo in una serie di occasioni quando la situazione di Frusciante era ancora poco chiara, prima di entrare ufficialmente nella band nel 2009.



Il rapporto con Frusciante

Con il ritorno di John Frusciante, che ha preso parte all’ultimo album dei Red Hot Chili Peppers “Unlimited Love”, Josh Klinghoffer si è fatto nuovamente da parte cominciando a collaborare con Eddie Vedder nella sua band solista e andando in tour con i Pearl Jam come musicista aggiuntivo, oltre a lavorare in studio con artisti come Morrissey.

Se Klinghoffer sembra essere arrivato ad un punto in cui conosce tutti ed è amico di tutti, è proprio il rapporto con Frusciante quello che si è deteriorato dopo il suo ingresso nei Red Hot.

Il racconto avviene dallo stesso Klinghoffer in un’intervista per il podcast Tuna On Toast With Stryker in cui il musicista descrive la sua amicizia con John Frusciante come “più o meno inesistente”, ed ha aggiunto che “E’ stato così per 10 anni”.

Parlando di Frusciante, Klinghoffer ha detto: “Da giovani siamo stati molto amici. E’ un artista molto dedicato alla sua musica e abbiamo passato un sacco di tempo insieme, abbiamo registrato insieme”.

Quando si trattò di dover entrare nei Red Hot Chili Peppers, però, le cose cambiarono e questo non perché ci fosse qualche strana manovra alle sue spalle. Frusciante sapeva, dice il musicista, chi avrebbe preso il suo posto nella band: “Prima che entrassi nei Red Hot si era parlato della cosa. Me ne aveva parlato Flea e ci sono state molte discussioni sulla questione nell’estate del 2009 ma, visto che erano tutti in vacanza, non ci siamo visti per suonare insieme prima di ottobre”.

In quel periodo i due le comunicazioni viaggiavano avanti e indietro tra la band e i due musicisti:“Da luglio ad ottobre, ero in contatto con John e lui era in contatto con la band. Stava male solo al pensiero che gli altri potessero pensare di andare avanti senza di lui”.

Diversamente è successo nel 2019 quando Frusciante è tornato a prendersi il suo posto :”Flea e John hanno ripreso ad uscire, suonare insieme. Stavano nuovamente coltivando la loro relazione ma io non ne sapevo niente. Si trattava di una sorta di segreto. Per quanto mi riguarda, il mio unico rimpianto e non poter più fare musica con loro ma sono grato per tutte le esperienze che abbiamo vissuto insieme“.

I Red Hot Chili Peppers, con John Frusciante, torneranno dal vivo in Italia per una sola data il 18 giugno a Firenze Rocks.